RICICLO CREATIVO: Come donare nuova vita ai rifiuti!

Riciclo Creativo

IL RICICLO CREATIVO è un qualcosa che mi affascina da sempre,l’idea di poter dare una seconda vita ai rifiuti e in questo modo non danneggiare l’ambiente, è di vitale importanza.

 

Dare una seconda vita agli oggetti è una pratica che oramai sta spopolando in tutto il mondo, questo dato positivo mi rassicura molto perché questo vuol dire che molte persone invece di buttare gli oggetti, facendoli diventare in questo modo dei rifiuti, con un po’ di creatività realizzano creazioni originali e artistiche.

E’ un tema molto importante, quello del riciclo creativo,  non si tratta di una moda da seguire, ma riguarda qualcosa di più grande, che pone in risalto il rispetto per l’ambiente, la cura delle cose e la voglia di creare qualcosa di nuovo.

Sono tantissime le persone che, riciclando in modo creativo, oggetti, stoffe e chi più ne ha più ne metta, hanno dato vita a oggetti di vario uso.  Un progetto  che dovete assolutamente conoscere è l’Officina SCART. La storia di questo progetto ha inizio 18 anni fa. La Waste Recycling, azienda (che tiene alle sorti del pianeta) leader nel settore di raccolta,smaltimento e riciclo di rifiuti industriali, decise di dare vita a un progetto per sensibilizzare e avvicinare più persone al recupero e al riuso. Il cuore del progetto consiste nell’ideazione e nella realizzazione di opere e installazioni artistiche costituite al 100% da rifiuti. La parola “SCART” deriva da  e “ART”. La Waster Recycling, con la sua Officina SCART, ha intrapreso una collaborazione con gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti. Ogni anno gli studenti dell’Accademia, per circa un mese svolgono un workshop all’interno dell’Officina, situata  proprio nell’edificio della Waste Recycling. Durante il workshop gli studenti svolgono una sperimentazione artistica dei rifiuti industriali  come materia prima per la realizzazione di opere e installazioni assemblate interamente con scarti di lavorazione; sono stati realizzati elementi di arredo, strumenti musicali, abiti, lampade e molto altro.

Un altro brand che fa del riciclo il suo valore distintivo è TAPPO BAG. La designer del brand, Smiler, decise di mettersi alla ricerca di un materiale altamente inquinante e che non fosse mai stato utilizzato nel campo della moda. Partendo da questa ricerca si avvicinò ai tappi di bottiglia, una volta divenuti materiali di rifiuto sono dannosi per l’essere umano e per l’ambiente. Allora, Smiler, ebbe l’idea di realizzare delle borse, usando i tappi riciclati.

Borse Tappo Bag
Borse Tappo Bag

Un altro modo carino per non buttare via i tappi di bottiglia (birre, succhi di frutta) è quello di realizzare una sorta di “quadretto” con tutti i tappi di birra applicati, perfetto come decorazione da appendere al muro. Ancora non sono riuscita a realizzarne uno tutto mio, sto raccogliendo un po’ di tappi, per la prossima settimana vedrò di darmi da fare e appena è pronto scatto un paio di foto e vi mostro il risultato finale.

Tornerò a parlare sicuramente di riciclo creativo e arte!

Baci e abbracci,

Federica

 

 

19 thoughts on “RICICLO CREATIVO: L’importanza di donare nuova vita ai rifiuti!”

  1. Con quelli che normalmente vengono considerati rifiuti, anche con i più impensabili, si può davvero dare vita a oggetti dal design unico!

  2. Interessante! Anche io ho scritto un paio di post qualche tempo fa su come riutilizzare le cassette in legno e i bancali. Da questo punto di vista Pinterest è fonte inesauribile di ispirazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *