Colleen Atwood è una costumista statunitense, se il suo nome non vi dice nulla, non vi preoccupate, basterà leggere un altro po’ questo articolo per scoprire la bellezza dei costumi che quest’artista ha realizzato per molti film indimenticabili. 

Colleen Atwood è nata a Yakima, nello stato di Washington, nel 1950, all’età di venti anni debutta nel mondo della moda come assistente del dipartimento costumi per opere teatrali e cinematografiche. Nei primi anni’80 decide di lavorare in proprio, la maggior parte dei film degli anni ottanta-novanta presentano la firma della costumista Atwood, ad esempio Una vedova allegra… ma non troppo (1988), Edward mani di forbice (1990) e Piccole donne (1994).

Se pensiamo al lavoro di Colleen non possiamo tralasciare un dettaglio importante, la collaborazione duratura che ha avuto con uno dei registi più visionari di sempre, Tim Burton. Molti sono i costumi che la Atwood ha realizzato per alcuni film del regista: Edward mani di forbice (1990), Ed Wood (1994), Mars Attacks (1996), Il mistero di Sleepy Hollow (1999),Big Fish (2003), Sweeney Todd (2007) e per finire Alice in Wonderland (2010). 

Non smetterò mai di dire che quello del  costumista è un mestiere intriso di arte, storia, creatività e rigore. La creatività è fondamentale, così come lo sono anche la conoscenza della storia e della moda. Colleen Atwood è una costumista creativa, meticolosa e indipendente, capace di dare vita a delle vere e proprie opere d’arte, capace di passare da una produzione all’altra senza risentirne minimamente.

Amo il cinema, lo spettacolo e sono una grande appassionata di costumi sia teatrali che cinematografici, sono una persona molto curiosa, quando mi piacciono i costumi di un film vado sempre a leggermi la storia dell’artista che li ha realizzati e da cosa ha tratto ispirazione.

La Atwood, in qualità di costumista, ha lavorato in moltissimi film ( oltre 50 film), ha lasciato il segno nella storia del cinema internazionale, basti pensare ai costumi di film del calibro di: Edward mani di forbice (1990), Il silenzio degli innocenti (1991), Philadelphia (1993), Ed Wood (1994), Piccole donne (1994), Il pianeta delle scimmie (2001), Chicago (2002), Memorie di una Geisha (2005), Nine (2009), Alice in Wonderland (2010), Biancaneve e il cacciatore (2012), Into the Woods (2014), Animali fantastici e dove trovarli (2016) e molti altri ancora.

Per ora i costumi che più amo in assoluto sono quelli realizzati per il film: Alice in Wonderland. In particolar modo due costumi hanno trovato un posticino all’interno del mio cuore, il costume del Cappellaio Matto e la Regina Rossa.  La Atwood per il costume del Cappellaio Matto ha preso come punto di riferimento un modello del 1860. Nel realizzare il costume la fantasia è stata tanta, in particolare per quanto riguarda i dettagli, spilli e ditali che fanno rumore quando lui si trova a disagio. Il colore del cappotto trae ispirazione dal “mood ring”, ovvero, un anello che cambia colore a seconda dello stato d’animo della persona. La forma del cappello trae spunto da alcune illustrazioni della fine dell’800. La Regina Rossa è stata una vera e propria sfida, la sua testa cambia dimensione ma il corpo rimane sempre lo stesso e presenta un vitino di vespa che fa apparire la testa ancora più grande. La costumista ha tratto ispirazione dalla carta da gioco della Regina Rossa che presenta i quattro colori tradizionali: rosso, nero, oro, bianco. Per tutti i personaggi del film, anche quelli che sono stati realizzati al computer, la Atwood e il suo team hanno sfruttato un approccio di sartoria classica. Per Tim Burton l’importante era non notare alcuna differenza tra i personaggi reali e quelli creati al computer.

Il cappellaio matto
La regina rossa

Colleen Atwood ha ottenuto dodici volte la nomination agli Oscar per i “Migliori Costumi, ha vinto quattro volte, per i film Chicago (2002), Memorie di una Geisha (2005), Alice in Wonderland (2010), Animali fantastici e dove trovarli (2016). 

Spero di non avervi annoiato troppo, non vedo l’ora di leggere i vostri commenti, fatemi sapere cosa ne pensate dell’articolo di stamani. Se volete vedere altre creazioni di Colleen Atwood vi consiglio di visitare questa pagina Pinterest, e se volete leggere le storie di altri costumisti vi consiglio di andare a visitare la mia rubrica Art and Fashion.

Un bacio e un abbraccio,

Federica

Chicago

 

Chicago
Memorie di una Geisha
Alice in Wonderland
Alice in Wonderland
Animali fantastici e dove trovarli
Animali fantastici e dove trovarli

15 thoughts on “Le meravigliose creazioni della costumista Colleen Atwood!”

  1. Non conoscevo questa costumista, pero’ ho sempre pensato che i costumi in Alice in wonderland fossero fantastici! Un motivo in piu’ per ricordarsi di lei!

  2. è vero, quello del costumista è un mestiere ricco di fascino e, a volte, sono proprio i costumi che rendono un film indimenticabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *